Palmanova la citta’ a forma di stella

06/06/2016

palmanova 1

Palmanova è un comune italiano della provincia di Udine in Friuli-Venezia Giulia. Città fortezza costruita dai veneziani nel 1593, è chiamata la città stellata per la sua pianta a stella con 9 punte.

Breve Storia della Città-Fortezza

La Repubblica di Venezia,  preoccupata per la propria integrità territoriale perchè minacciata dall’Austria (con la quale aveva appena finito di combattere una logorante guerra) e dalle incursioni degli Ottomani, giunti vicino Treviso già nel 1499; decise la costruzione di una fortezza in un punto vicinissimo al confine con gli Asburgo.

Palmanova fu concepita soprattutto come macchina da guerra: il numero dei bastioni e la lunghezza dei lati furono stabiliti in base alla gittata dei cannoni del tempo.

Nel 1866 Palmanova venne annessa al Regno d’Italia, dopo esser stata a lungo sotto il dominio austriaco.

 “Misteri” di Palmanova

Fu ideata da Leonardo da Vinci ?

Quando scattò l’idea di costruire una città unica nel suo genere, prima ancora che fosse edificata, si pensò di affidarne il progetto al genio Leonardo Da Vinci, che però rifiutò l’incarico perché impegnato a Milano. Documenti storici affermano che comunque fece una visita al luogo, e chissà, magari anche solo un suo consiglio ha dato origine all’intero complesso. Non sappiamo se effettivamente abbia disegnato anche solo una bozza, magari celata e poi riutilizzata senza il suo nome.

Perché questo Nome ?

Sussistono diverse ipotesi sulle motivazioni che portarono alla scelta di tale nome. Alcuni sostengono che il nome “Palma” derivi da quello del villaggio di Palmada, uno dei piccoli paesi che occupavano originariamente l’area destinata alla fortezza. Altri affermano che, essendo stata iniziata la costruzione nel giorno della vittoria di Lepanto, il nome riecheggi la palma, simbolo della vittoria dei Veneziani sui Turchi, e che il “nova” venne aggiunto due secoli dopo la fondazione da Napoleone Bonaparte.

In che senso la Città è Costruita sui Numeri ?

Antica pianta di Palmanova, probabilmente risalente al 1600

A Palmanova sei strade convergono verso il centro, una piazza esagonale talmente perfetta che al suo interno è facile restare confusi, trovandosi di fronte ad un panorama pressoché identico a 360°. E’ la città della “numerologia” per eccellenza avendo:

  • Una stella a 9 punte come pianta
  • 3 cerchie di mura
  • 3 porte di accesso rivolte verso: Cividale, Aquileia e Udine
  • 18 strade radiali di cui 6 le principali
  • La piazza centrale esagonale

Fondamentalmente risulta essere costruita sul numero 3.

Perchè 3 Cerchie Fortificate ?

Le tre cerchie fortificate, che rendono la fortezza di Palmanova simile ad una stella, in realtà non sono state eseguite contemporaneamente, ma realizzate in tempi diversi…

visione-palmanova-7681751^ e 2^ Cerchia —> Agli inizi del 1593 Giulio Savorgnan presentò un preventivo di spesa riferito all’esecuzione di un solo bastione con la relativa cortina, e Bonaiuto Lorini, subito dopo, propose il progetto di una pianta poligonale a undici lati. Ma il 29 gennaio dello stesso anno il Senato Veneziano decise per un decagono, salvo poi ripensarci il 17 settembre quando optò per l’ennagono per ragioni economiche (più alto era il numero dei bastioni e più dispendiosa risultava la costruzione).

I lavori per la realizzazione della prima cerchia e del fossato richiesero circa trent’anni e si conclusero nel 1623. Nello stesso tempo si completò un perimetro di 7 chilometri e si realizzarono passaggi sotterranei per 5 chilometri e mezzo.

La costruzione della seconda cerchia fortificata venne iniziata nel 1658 con l’innalzamento dei rivellini a protezione delle tre porte d’ingresso alla fortezza e terminò 32 anni dopo, nel 1690.

3^ Cerchia —> La terza cerchia, la più esterna, venne costruita a partire dal 1806 da Napoleone. Le opere si protrassero fino al 1813, anno dell’abbandono del Friuli da parte delle truppe francesi.

Al termine dei lavori del periodo napoleonico Palmanova si trova circondata da tre ordini di fortificazioni composti da terrapieni, fosse, lunette, rivellini, porte e controporte.

Una Difesa per il Corpo e per l’Anima

piazza-grandeInteressante è la Piazza d’Armi o Piazza Grande, la piazza centrale perfettamente esagonale.

Lungo tutto il perimetro della piazza passa uncanaletto pieno d’acqua; questo ha un forte valore simbolico perché valorizza il centro di Palmanova come area pura, pulita, sicura perché circondatadall’acqua. Circoscriversi con il nobile liquido significava difendersi da un fuoco, da un incendio dirompente, dalla corruzione e dal male del mondo circostante.

E qui potrebbe emergere una duplice lettura. Se da un lato si usavano le mura per difenderla da attacchi concreti di eserciti spietati, dall’altro si usava un “muro di acqua” come difesa da forze oscure e malvagie, perché essa, simbolo di vita, avrebbe respinto la morte.

Al centro della piazza vi è un basamento Palmanova,_piazza_grande_07a 6 lati di pietra d’Istria da cui si alza lo stendardo. Di seguito riporto le 6 frasi sui lati del basamento:

1) “Non fare al tuo prossimo cosa che tu non vorresti fatta a te”
2) “Popolo ecco qui costituito il tuo sovrano”
3) “Chi desidera il ritorno della antica schiavitù resti vittima sotto quest’albero”
4) “Guerra contro i tiranni e pace alli popoli”
5) “La fratellanza è la principale conseguenza dell’eguaglianza della libertà e della giustizia”

6) “Popolo godi dei tuoi diritti ma non dimenticare mai i tuoi doveri”

Una Macchina da Guerra

Un’altra caratteristica della città era la sua 60109232invisibilità”. Era infatti stata costruita più in basso della linea d’orizzonte così da sparire agli occhi nemici che non sarebbero riusciti a definirla completamente avendo sempre molti angoli sconosciuti. Dopotutto le ricognizioni aeree non esistevano e colline e monti erano lontani. Inoltre le mura esterne sono ricoperte di terra e vegetazione che addirittura mimetizzano l’intero abitato.20111122165007006_3falsabragaPrima22nov11

Fu celebrata come la più inespugnabile città dell’intera Europa; per questo ispirò altre fortezze europee: Pamplona e Jaca in Spagna, Vauban in Francia, Neuf Brisach in Alsazia, Fredericia in Germania e tante altre…

About the Author

Rispondi